Archivio tag: peperone crusco

Peperone crusco: gli impieghi nella cucina oggi

Il peperone crusco è senza dubbio una delle specialità della Basilicata, caratterizzato da un sapore intenso e che è molto gradito in cucina. Molti sono coloro che desiderano utilizzarlo in vari tipi di ricette. Vale perciò la pena partire da quelle che sono alcune delle sue principali caratteristiche tra cui la croccantezza. Infatti il suo nome deriva proprio dal fatto che viene fatto essiccare per cui assume una consistenza croccante molto piacevole e che si sposa alla perfezione con varie pietanze. Tante sono anche le novità che il mondo della cucina sta proponendo per fare in modo da assaporare le migliori caratteristiche di quello che in Basilicata viene riconosciuto come “oro rosso”.

In cucina gli impieghi del peperone crusco sono in abbinamento con i primi piatti: per cui non mancano varie ricette di pasta con il peperone crusco. Fondamentale precisare che esso non va mai lavato ma solo delicatamente pulito prima di consumarlo. Orecchiette, strascinati, ferretti lucani e i cavatelli sono i tipi di pasta ideali per poter gustare al meglio il peperone crusco. Sono per lo più forme di pasta diffuse nelle zone dell’Italia meridionale ma non mancano di certo le innovazioni create anche da chef importanti.

Bisogna anche considerare che il peperone crusco è un ingrediente molto delizioso se aggiunto ad alcuni prodotti come baccalà e verdure. Si possono dunque creare dei piatti particolarmente gustosi e che si caratterizzano per essere delle specialità molto prelibate. Fino a dover considerare il peperone crusco nella cucina di oggi utilizzato con i legumi: indicato perciò come ottimo condimento per calde zuppe per l’inverno, ad esempio. Senza dimenticare rivisitazioni di piatti abbinati con l’uovo, altro prodotto che ben si sposa con le caratteristiche del peperone crusco.

Un grande successo che riscuote questa variante di peperone è senza dubbio nei piatti in cui è presente anche la salsiccia. La pratica di utilizzarlo in polvere in particolar modo risulta essere diffusa in quanto permette di dosarne bene le quantità ed assaporarne il gusto. Da ciò deriva il nome “Zafaran p’sat” tipico del dialetto lucano: questo deriva dal fatto che l’aspetto è assai simile a quello dello zafferano vero e proprio.

Indubbiamente è impossibile non parlare degli usi più moderni del peperone crusco. Partendo, ad esempio, dai Crusckees, ovvero dei veri e propri snack a base di questo prodotto. Un’azienda di Maratea, splendida località della Basilicata, ha deciso di crearli: fritti, successivamente salati e poi confezionati. Il che permette di assaporare un prodotto tipico di questa terra. Arrivando poi a dei moderni panini gourmet, come quelli inventati dallo chef Nicola Batavia che abbina la pancia di vitello aromatizzata al curry. Dopo la marinatura viene aggiunto del peperone crusco che contribuisce a rendere questo panino molto denso di sapori.