Gonfiore addominale, colpisce il 20% degli italiani

 

Parliamo di un disturbo che colpisce circa il 20% degli italiani e che causa fastidiosi sintomi quali il gonfiore addominale, del fastidio addominale, meteorismo (aria nella pancia), nausea, cefalea, alterazione dell’attività intestinale, di una modificazione della consistenza delle feci e così via. Stiamo parlando di colite.

Esistono due tipi di colite. Un primo disturbo è caratterizzato dall’alternanza di periodi di stipsi a periodi di diarrea, naturalmente accompagnati dalla presenza di tutti i sintomi sopra elencati. In questo caso i fastidi durano molto a lungo, non si manifestano mai di notte e non impediscono lo svolgimento di una vita normale, ma il soggetto che ne soffre è molto irritabile, ansioso e sempre infastidito. I sintomi si presentano regolarmente dopo i pasti, indipendentemente da ciò che si mangia e i dolori diminuiscono o scompaiono dopo aver defecato o emesso del gas. Un aiuto in questo caso può derivare dall’utilizzo di fermenti lattici attivi.

Un secondo tipo di colite è quello caratterizzato da una diarrea costante, urgente, che si verifica tipicamente durante o appena dopo un pasto. In questo caso la persona non soffre di alcun disturbo né tantomeno presenta la pancia gonfia, ma alla palpazione dell’addome nota un certo dolore nel quadrante addominale inferiore sinistro associata ad un colon contratto.

 

 

Comments

comments